fbpx
Skip links
Explore
Drag

Citazioni Norwegian Wood – Haruki Murakami

Tra le citazioni non può davvero mancare Norwegian Wood, bellissimo libro di Haruki Murakami del 1987, un romanzo paragonato tante volte al Giovane Holden anche se forse, ancora più intenso. Le frasi di Norwegian Wood sono tra le più ricordate, scritte, pubblicate. E’ la storia di Watanabe Toru, che in un fashback ricorda e rivive gli anni della giovinezza, il rapporto con il difficile amico Nagasawa, l’amore per Naoko.
“Il cielo era così infinito che a guardarlo fisso dava le vertigini”
“Se io provassi a rilassarmi, andrei a pezzi. Ho sempre vissuto cosí, da tanto tanto tempo, e anche adesso è l’unico modo in cui posso vivere. Se una sola volta mi lasciassi andare, non potrei piú tornare indietro. E se andassi a pezzi, il vento mi spazzerebbe via”
“Forse attorno al mio cuore c’è una specie di guscio duro e sono veramente poche le cose che possono romperlo e entrarci dentro. Forse non sono capace di amare”
“Hai presente, quando arriva qualche scena di sesso nei cinema porno, e senti nel silenzio il rumore della gente che deglutisce?
Ecco a me piace quel rumore. Mi fa tenerezza”.
“Per quanto una situazione possa sembrare disperata, c’è sempre una possibilità di soluzione. Quando tutto attorno è buio non c’è altro da fare che aspettare tranquilli che gli occhi si abituino all’oscurità” 
“A guardarli da vicino gli occhi di Naoko erano cosí profondi e trasparenti da dare i brividi. Non me ne ero mai accorto fino a quel momento, ma d’altra parte non avevo mai avuto l’occasione di fissarli tanto a lungo. Non solo era la prima volta che camminavamo da soli, ma era anche la prima volta che parlavamo per tanto tempo” 
“Adesso che cammino attaccata forte a te, non ho nemmeno un po’ di paura. Il buio e il male non possono trascinarmi via” 
“Eravamo vivi, e l’unica cosa a cui dovevamo pensare era continuare a vivere” 
“Continuavo a muovermi in quell’angosciosa antitesi, in un infinito circolo vizioso. A pensarci adesso furono davvero dei giorni strani. Nel pieno della vita tutto ruotava attorno alla morte” 

Leave a comment